SUSINI PROF. TOMMASO PROFESSORE GINECOLOGIA E OSTETRICIA UNIVERSITA' DI FIRENZE

  • ginecologo
Ostetricia

La gravidanza è un momento estremamente particolare e importante della vita della donna che si accompagna a una serie di cambiamenti naturali e fisiologici. E' importante che la donna sia informata di quella che sarà l'evoluzione normale della propria gestazione e che siano identificate e prontamente trattate eventuali deviazioni dalla fisiologia.

Se da un lato è vero che la gravidanza non è una malattia e si deve fare attenzione a non trasformarla in un evento eccessivamente medicalizzato, è altrettanto vero che oggi, con il progredire delle conoscenze in campo ostetrico e l'introduzione di moderne tecnologie (ecografia, diagnosi prenatale non invasiva e invasiva, ricerca del DNA fetale nel sangue materno) si chiede al medico una garanzia sulla salute del nascituro. Alcune di queste metodiche diagnostiche (villocentesi, amniocentesi) seppure di fondamentale importanza per identificare alterazioni di numero dei cromosomi ed alcune malattie genetiche, non sono prive di rischi e possono in qualche caso provocare l'aborto. Il medico esperto deve saper trovare il giusto equilibrio, personalizzato in ciascun caso in base alle necessità individuali, fra l'esecuzione di quegli esami che offrono alla coppia la possibilità di conoscere in anticipo una grande quantità di informazioni che ci rassicurano sul benessere del prodotto del concepimento, senza però trasformare la gravidanza in una serie interminabile di esami angoscianti o esporre inutilmente la futura mamma al rischio di esami invasivi o di trattamenti farmacologici inutili. Queste informazioni per essere adeguatamente comprese e utilizzate dalla coppia devono essere chiaramente spiegate dal medico, affinché ciascuno effettui le proprie scelte in maniera consapevole.

 

Approfondimenti:

  • Fisiopatologia della riproduzione
  • Alimentazione in gravidanza
  • Visita Ostetrica mensile
  • Ecografia di I livello

Fisiopatologia della riproduzione

La possibilità di ottenere una gravidanza dipende dalla fertilità di entrambe i componenti della coppia. Per la donna è fondamentale che vi sia una regolare ovulazione, che le tube e l'utero siano privi di anomalie e che non vi siano disordini ormonali. Anche l'età gioca un ruolo molto importante, con una significativa riduzione della fertilità dopo i 40 anni. Per l'uomo è necessario che il liquido seminale contenga un adeguato numero di spermatozoi e soprattutto che questi siano mobili e di normale conformazione. Molte delle alterazioni che possono interferire con la fertilità se identificate prontamente possono essere trattate con successo. E' quindi importante che una coppia che non riesce a ottenere una gravidanza dopo 6-12 mesi di rapporti non protetti si rivolga al ginecologo. L'attesa non deve superare i 6 mesi quando l'età della donna si avvicina ai 40 anni.

Presso lo studio il Prof. Susini effettua la diagnosi e la terapia delle principali cause di infertilità femminile con metodi naturali. Non vengono effettuati trattamenti di fecondazione in vitro che sono riservati a centri specificamente dedicati.

Alimentazione in gravidanza

Una dieta sana ed equilibrata rappresenta il primo elemento per poter avere una gravidanza felice e priva di complicanze. Circa il 70-80% delle gravidanze patologiche, per esempio con aumento della pressione (pre-eclampsia) e/o diabete gestazionale, sono a carico di quelle mamme che non osservano una alimentazione corretta e presentano un eccessivo aumento di peso (oltre 18 Kg). Contrariamente a quanto molti credono, in gravidanza non è necessario aumentare l'apporto di calorie, è invece importante fare attenzione alla qualità degli alimenti e alla corretta distribuzione delle calorie assorbite fra carboidrati, proteine e grassi. I carboidrati semplici (zuccheri, dolci) devono essere assunti con grande cautela perché un eccessivo consumo può favorire lo sviluppo di un diabete gestazionale. E' importante l'assunzione di adeguate quantità di proteine, che almeno in parte dovranno essere di origine animale (carne, pesce). Frutta e verdura potranno essere consumate in abbondanza. E' inoltre fondamentale che durante la gravidanza vi sia un adeguato supplemento di Acido Folico, sali minerali, vitamine, acidi grassi poliinsaturi (Omega-3) e se necessario ferro.

Il Prof. Susini istruisce attentamente le pazienti ad una corretta alimentazione in gravidanza, fornendo le indicazioni necessarie anche riguardo allo stile di vita ed all'eventuale impiego di farmaci.

Visita Ostetrica mensile

La visita ostetrica in corso di gravidanza fisiologica deve essere effettuata all'inizio, intorno alla 7° settimana di amenorrea e ripetuta ogni 4 settimane. In casi particolari, in presenza di patologie o minaccia d'aborto, potranno essere necessari controlli più ravvicinati.

Nel corso della visita mensile, oltre a prendere visione degli esami ematici e urinari effettuati, devono essere controllati: lo stato del collo dell'utero, la vitalità del feto con presenza di un regolare accrescimento e l'insorgenza di qualunque sintomo anomalo (prurito, gonfiore delle gambe, perdite vaginali di sangue, liquido o di secrezioni anomale). Deve essere inoltre effettuata la misurazione della pressione arteriosa e la valutazione dell'aumento di peso della madre. La visita è anche l'occasione per rispondere ai molti interrogativi che la madre o la coppia possono avere in merito all'andamento della gravidanza e verso il termine, in merito alla modalità del parto.

Presso lo studio, il Prof. Susini offre una completa assistenza a tutte le fasi della gravidanza, compresa la possibilità, presso il termine, di effettuare il monitoraggio del benessere fetale (cardiotocografia) e la determinazione della quantità di liquido amniotico (AFI: Amniotic Fluid Index)

ECOGRAFICA DI I° LIVELLO

L'ecografia è uno strumento diagnostico fondamentale nella moderna ostetricia.

Nel primo trimestre di gravidanza, fra la 9° e la 11° settimana di amenorrea l'ecografia permette di visualizzare l'embrione all'interno della cavità uterina e visualizzarne l'attività cardiaca, identificare l'eventuale presenza di una gravidanza gemellare, stabilire con precisione quando è iniziata la gravidanza e quando sarà la data presunta del parto.

Nel secondo trimestre, fra la 20° e la 22° settimana l'ecografia mira a verificare la normale conformazione degli organi e della anatomia fetale, permettendo di identificare eventuali malformazioni (cuore, reni, stomaco, palato, encefalo, colonna vertebrale, ecc..)

Nel terzo trimestre, fra la 30° e la 32° settimana, l'ecografia permette di verificare la presenza di un normale accrescimento fetale, identificando eventuali ritardi di crescita e anomalie dell'inserzione placentare.

Presso lo studio il Prof. Susini effettua l'ecografia del primo trimestre e nei trimestri successivi la valutazione di primo livello dell'accrescimento fetale con la stima del peso. L'ecografia morfologica del 2° trimestre viene fatta eseguire sul territorio, nei centri diagnostici ad essa deputati.

SUSINI PROF. TOMMASO PROFESSORE GINECOLOGIA E OSTETRICIA UNIVERSITA' DI FIRENZE | 63, Via Varchi - 50132 Firenze (FI) - Italia | P.I. 04055100483 | Tel. +39 055 572662 | susinitommasoginecologo@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy